Avvisi in preparazione alla Santa Cresima del 13 ottobre

Ai Cresimandi e loro genitori

Cari Ragazzi e genitori
desideriamo ricordarvi gli appuntamenti importanti che ci vedono impegnati nella preparazione della celebrazione del sacramento della Confermazione:

Riunione per i genitori: Martedì 10 settembre, alle ore 21:00 a Monteobizzo
Incontro di Formazione e Messa: Domenica 15 settembre: dalle ore 18 in S. Bartolomeo
Incontro di preghiera con ragazzi e genitori: Mercoledì 18 settembre: ore 21 a Monteobizzo
Incontro di Formazione e Messa: Domenica 22 settembre: dalle ore 18 in S. Bartolomeo
Incontro di Formazione e Messa: Domenica 29 settembre: dalle ore 18 in S. Bartolomeo
Presentazione dei Ragazzi cresimandi alla comunità: Domenica 29 Settembre. Alla Santa Messa delle ore 18:00 in San Bartolomeo, ci sarà la presentazione dei nomi dei ragazzi candidati alla confermazione.
Incontro di Formazione e Messa: Domenica 6 Ottobre: dalle ore 18 in S. Bartolomeo
Veglia di preghiera per ragazzi e genitori: Mercoledì 9 Ottobre ore 21a Monteobizzo
a seguire consegna dei vari certificati richiesti

Confessioni: Sabato 12 Ottobre: alle ore 15:00 in Santa Croce (Frati), celebrazione penitenziale e confessioni individuali per ragazzi. a seguire prove della celebrazione
Celebrazione della Cresima: Domenica 13 Ottobre, ore 10:00 in Santa Croce (Frati). I ragazzi sono pregati di farsi trovare presso nei locali del convento entro le ore 9:30

Ricordiamo naturalmente che dopo la Cresima noi continueremo le attività del gruppo normalmente: Il mercoledì pomeriggio con tempo di studio assieme, gioco, riflessione e cena a Monteobizzo e la domenica sera con la Messa delle 18:00 in san Bartolomeo e a seguire svariate attività: ricreative, di gruppo e formative. Vi aspettiamo

Nell’attesa di festeggiare insieme
Don Roberto Montecchi
ed i catechisti/e, educatori, educatrici

Certificato di Battesimo
Ricordiamo inoltre che bisogna procurare e consegnare entro la sera della veglia (Mercoledì 9 Ottobre) il certificato di battesimo dei ragazzi che non sono stati battezzati a San Bartolomeo o a Monteobizzo.
Tale certificato lo si ottiene rivolgendosi alla parrocchia dove è stato amministrato il Battesimo del cresimando.

Scelta del padrino o della madrina

La scelta del Padrino e della Madrina nel battesimo o nella Cresima non può ispirarsi unicamente a motivi di parentela o di amicizia
Dovrà essere un cristiano convinto, tanto da partecipare attivamente alla vita della chiesa, perché solo così sarà capace di aiutare il fanciullo o il ragazzo nella vita cristiana
Il suo ruolo non sostituisce i genitori nella celebrazione bensì la sua presenza ricorda al ragazzo che fa parte di una famiglia più grande che è la Chiesa.
Dovrà sempre sentire il desiderio di offrire un buon esempio di vita cristiana al proprio ragazzo/a, preoccupandosi in seguito di aiutarlo a vivere e crescere nella fede

Una scelta ispirata secondo queste idee dimostra che la famiglia intende i sacramenti come momenti seri ed importanti che il Signore ci chiama a vivere: infatti i sacramenti sono un incontro diretto col Signore e ci uniscono, ci configurano a Gesù Cristo.
Scegliere come padrino o madrina qualcuno che non frequenti costantemente l’Eucarestia, che non abbia una vita di preghiera, che non ami i valori cristiani, che non abbia una vita cristiana convinta non rispecchia il sacramento che i ragazzi stanno per ricevere: l’adesione totale alla vita della Chiesa.
A volte si pensa che basti scegliere una brava persona: un buon giocatore di pallacanestro può diventare certo un buon allenatore di pallacanestro ma lo metteremmo ad allenare una squadra di calcio? Forse non sarebbe il suo ruolo e non sarebbe competente.
Così non è sufficiente che il padrino e la madrina siano delle brava persone; debbono essere dei buoni allenatori nella fede, assieme ai genitori.
Nessuno darebbe un allenatore non adatto! L’educazione alla fede, l’esempio cristiano sono molto importanti

E’ indifferente che il testimone del sacramento sia di sesso maschile o femminile, cosa importante è che sia anch’esso battezzato, cresimato, che goda di buona reputazione e non sia divorziato ed accompagnato. Non vuole essere questa restrizione un giudizio sulle scelte delle persone, è invece in linea con quanto stanno vivendo i ragazzi: una donazione totale a Dio che significa appartenenza e accoglienza di quella che è anche una vita costruita sulla sua volontà.
I Padrini e le Madrine debbono essere testimoni di quest’accoglienza dei valori morali e delle norme della chiesa.
Fiori, fotografo, abbigliamento.
La festa della confermazione è prima di tutto una festa dello Spirito Santo, di quel dono che entra in noi e ci trasforma dall’interno. Ecco il vero contenuto profondo del nostro celebrare. Da questo ne viene anche il desiderio di creare un clima esteriore di gioia, anche se questo non deve prevalere sull’interiorità di questo giorno.
Ecco allora che per quanto riguarda l’addobbo in chiesa chiederemo un piccolo contributo ai singoli genitori, un’offerta data liberamente da ciascuno.
Per le fotografie è stato scelto un unico fotografo ufficiale il quale sarà il solo ad avere la possibilità di fotografare liberamente durante il tempo della celebrazione. Vi invitiamo dunque ad informare familiari ed amici dell’impossibilità durante il rito di compiere riprese fotografiche.
E’ necessario creare un clima di raccoglimento che limiti le distrazioni nei ragazzi.
Naturalmente al termine della celebrazione ci sarà la possibilità di fare tutte le fotografie private che si desiderano.
Lasciate che spendiamo anche una parola sull’abbigliamento dei ragazzi cresimandi: è un giorno importante ma non vuol dire che sia un giorno nel quale eccedere: vi chiediamo pertanto che si esprima una certa sobrietà sia nell’abito che nelle pettinature: siano entrambi rispettosi di quello che si sta compiendo.
In particolare ricordiamo di evitare nelle pettinature frange che impediscono la crismazione sulla fronte.
Immaginiamo che tali indicazioni vi facciano quasi sorridere ma purtroppo sono necessarie per rendere la festa una vera festa, e per evitare inutili tensioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *